IL NOSTRO 1927. Prove di A.S. Roma, Lugano sconfitto 2-0

Roma Lugano 1927

DOMENICA 24 APRILE 1927. La formazione mista Fortitudo-Alba (nella foto qui sopra) batte 2-0 il Lugano in un’amichevole di prestigio giocata alle 16 allo Stadio Nazionale. L’incontro costituisce un test confortante in vista della sempre più probabile fusione tra le due squadre (e non soltanto tra loro) per creare una grande società calcistica della Capitale. Il match non offre uno straordinario spettacolo per i tanti spettatori romani sugli spalti: «Il Lugano – scrive “L’Impero” – svolge un giuoco povero di tecnica, tutto slancio e velocità. Ricorda molto da vicino le nostre squadre di qualche anno fa, ammirate per la foga, ma discusse sulla varietà e finezza di giuoco». Gli svizzeri insomma tengono bene il campo per tutti i 90 minuti, con discreta grinta ma con un gioco poco organizzato.

LUGANO SCONFITTO CON UNA DOPPIETTA DI BOROS
I due gol vengono realizzati entrambi nel primo tempo dall’ungherese Endre Boros, che sciupa qualche altra ghiotta occasione. Gli svizzeri si mangiano le mani per un palo di “Sturzi” Sturzenegger e reclamano per un pallone che, secondo loro, avrebbe superato la linea di porta romana, difesa da Ballante. Nella ripresa i padroni di casa legittimano il successo con azioni tambureggianti, mentre il portiere svizzero Maspoli si esalta con una serie di parate a ripetizione.

ZIROLI, DEGNI E FERRARIS IV MIGLIORI IN CAMPO
Luigi Ziroli, secondo “L’Impero”, è il migliore in campo e, «specie nel primo tempo, Degni e Ferraris hanno svolto un giuoco superbo di precisione e di rendimento». Come per gli svizzeri, anche il gioco della selezione romana però non spicca per spettacolarità: «Fortuna che Ballanti era in ottima giornata – continua “L’Impero” – altrimenti qualche sorpresa poteva anche avvenire con grave danno del buon nome sportivo di Roma». Incerto il terzino Mattei, solitamente affidabile.

Nei bianconeri del Lugano brillano l’attaccante della nazionale Sturzenegger, il mediano destro Perucchi e il portiere Maspoli, autore soprattutto di una parata prodigiosa su conclusione dell’italo-argentino Chini.

Roma Lugano 1927

Il bollettino del Lugano dedicato alla gara di Roma

SEMPRE PIÙ PROBABILE LA FUSIONE DI ALBA E FORTITUDO
La prova di fusione tra Alba e Fortitudo ha funzionato. La “Gazzetta dello Sport”, nel commentare il successo della selezione romana, dà già per scontata la creazione di un’unica squadra della Capitale: «Il team che sorgerà dalla fusione – si legge sulla rosea – ha tutte le caratteristiche della classe». Estremamente significativo è che persino il bollettino sociale del Football Club Lugano (redatto in lingua italiana) scriva: «La squadra romana ci ha fatto una buona impressione e, secondo anche la critica locale, essa ha costituito un organico molto forte che dovrebbe ben rappresentare la Città Eterna nel caso molto probabile di una fusione».

LA FORTITUDO GIOCA ALTRE DUE PARTITE CON LE RISERVE
I giocatori della Fortitudo rimasti esclusi dal match contro il Lugano disputano un’amichevole in trasferta contro l’U.S. Terni, perdendo 2-0. I gol sono realizzati nella ripresa da Joppolo e Cabiati I. Nel secondo tempo Cari I, portiere del Terni, para un rigore calciato dal portiere avversario Vittori. La Fortitudo schiera Vittori; Lommi, Sansoni III; Del Fiume, Zamporlini, Semproni; Centra, Stoppoloni, Bramante, Osservanti, Scocco III.

Nel campionato riserve da segnalare l’impressionante 15-0 con cui la Fortitudo supera il Vittoria: la formazione rossoblù di Borgo Pio gioca praticamente con la terza squadra, visto l’impegno contemporaneo a Terni e di sei uomini contro il Lugano. Nello stesso campionato l’Alba batte il Roman 3-1 mentre Lazio e U.S. Romana pareggiano 1-1.

LE ALTRE AMICHEVOLI DELLA GIORNATA
Curioso l’elenco degli incontri amichevoli cittadini, riportato da “Il Messaggero”: Voluntas-Fortiores 4-0, Il Duce-Giovinezza 6-0, Umberto I-Regola 4-1, Ebraica-Azzurra 2-0, Castello-Indomabile 2-0, Sparta-Corsaro 4-1, Trevi-Diavoli Rossi 5-1, Tenace-Juventus 3-1, Ausonia-Splendor 2-1, Ausonia riserve-Marcello 3-0, Cesarea-Juventus mista 4-0, Cairoli-Tenebro 2-0, Ponterotto-Bucimazza 8-2, Sant’Angelo-Barberini 2-1.

L’ITALIA FERMATA SUL 3-3 DALLA FRANCIA
La nazionale italiana, impegnata in trasferta a Colombes contro la Francia, si fa raggiungere all’ultimo minuto sul 3-3 dopo aver pregustato la vittoria. Sotto un vento freddo e una pioggia a intermittenza, transalpini passano in vantaggio con il debuttante centravanti Taisne al 15’ prima della doppietta di Libonatti che porta avanti gli azzurri. Taisne, in apertura di ripresa, rimette il match in parità, seguito poi dal gol dell’illusione azzurra, firmato dall’ala destra Conti al 75’. Al 90’ è Sotiault a fissare il punteggio sul definitivo 3-3.

Francia Italia

Capitan Baloncieri impegnato in Francia-Italia (foto Museo Grigio)

MISTA FORTITUDO/ALBA-LUGANO 2-0
Reti: p.t. Boros, p.t. Boros.
Fortitudo/Alba: Ballanti (Alba); Mattei (Alba), Corbjons (Fortitudo); Ferraris IV (Fortitudo), Degni (Alba), Scocco (Fortitudo); Ziroli (Alba), Puerari (Fortitudo), Boros (Fortitudo), Cappa (Fortitudo), Chini Ludueña (Alba).
Lugano: Maspoli; Poretti I, Pescini; Perucchi, Tagliabue, Bordoli; Cornara, Sturzenegger, Poretti II, Hintermann, Fink.
Arbitro: Migliarini di Roma.
Note: 8.000 spettatori circa.

FRANCIA-ITALIA 3-3
Reti: 15’ Taisne (F), 29’ e 36’ Libonatti (I), 52’ Taisne (F), 75’ L. Conti (I), 90’ Sotiault (F).
Francia: Cottenet; Wallet, Rollet; Dauphin, Hugues, Wild; Dewaquez, Sotiault, Taisne, Maschinot, Gallay. Ct: Barreau.
Italia: Combi; V. Rosetta, Caligaris; Martin III, Janni, Sperone; L. Conti, Baloncieri, Libonatti, Rossetti, Levratto. Ct: Rangone.
Arbitro: Prince Cox (Inghilterra).
Note: 35.000 spettatori. Capitani: Dewaquez e Baloncieri. All’inizio del secondo tempo Baloncieri esce per alcuni minuti a causa di un infortunio (scontro con il portiere francese Cottenet) per poi rientrare in campo in condizioni menomate, giocando da ala destra.

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.