IL NOSTRO 1927. Il Lugano visita i Musei Vaticani e lascia Roma

Lugano Roma

LUNEDÌ 25 APRILE 1927. Il Lugano parte in treno dalla Capitale nel pomeriggio all’indomani del match perso 2-0 contro una squadra romana formata da calciatori di Alba e Fortitudo insieme. «Lasciamo Roma con negli occhi ancora la visione fantastica delle meraviglie intraviste nei Musei Vaticani percorsi al mattino in una rapida rassegna – si legge nel bollettino ufficiale del Football Club Lugano (nella foto, la prima pagina) – il treno ci conduce rapidamente attraverso la stupenda e rigogliosa campagna laziale finché il profilo lontano del Vesuvio ci rivela l’avvicinarsi di Napoli. Vi arriviamo all’imbrunire».

Fulvio Bernardini

Fulvio Bernardini

FERRARIS OUT DALLA NAZIONALE, C’E’ POLEMICA
Nel commentare il pareggio della nazionale italiana in terra francese, 3-3 contro i “galletti”, “Il Messaggero”, che va in stampa in serata, contesta le convocazioni del commissario tecnico Augusto Rangone. Anche nei giorni precedenti al match il quotidiano di via del Tritone aveva sottolineato la mancata chiamata dei romani Attilio Ferraris e Fulvio Bernardini, tra i migliori centrocampisti dell’epoca. «Potevamo avere, per esempio, una linea mediana con Janni, Bernardini, Ferraris – scrive “Il Messaggero” – cioè un terzetto sul cui rendimento non ci possono essere dubbi di sorta. I tre nominati rappresentano indubbiamente quanto di meglio può fornire presentemente il calcio italiano in tema di mediani».

I FUNERALI DEL PADRE DI GIORGIO CARPI
In mattinata, alle 8.30, nella chiesa di San Lorenzo in Lucina, si celebra la messa di requiem per il funerale di Cesare Carpi, dirigente del Roman, padre del giovane calciatore Giorgio e tra gli ispiratori della fondazione della A.S. Roma. Carpi senior è morto in un incidente stradale il 22 aprile a Foligno, mentre tornava da Milano verso la Capitale. La sua salma viene tumulata nel cimitero del Verano: «Per volontà dell’estinto si prega di non inviare fiori», si legge nel necrologio pubblicato dal Messaggero il 24 aprile 1927.

Cesare Carpi morte

Il certificato di morte di Cesare Carpi

I GIORNALISTI ROMANI FORMANO UNA SQUADRA DI CALCIO
Notizia curiosa di questi giorni di aprile è la costituzione di una squadra di giornalisti romani. Ne fanno parte finora, secondo quanto riportato dal “Messaggero”, Michele Favia Delcore, Amedeo Castellazzi, Nino Bolla, Sisto Favre, Ennio Viero, Amedeo Ugoli, Enrico Santamaria, Marcello Fabiani, Augusto Parboni e poi Zara, Sabelli, Armani,  Alesiani, Cruciani, Lazotti, Troiani e Filo della Torre.

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.