Il nostro 1927. A.S. Roma, ecco cosa è successo il 22 luglio

Roma 22 luglio 1927

VENERDÌ 22 LUGLIO 1927. È la data dell’ordine del giorno numero 1 della Roma, che per tanto tempo, da numerose fonti, è stata indicata come data di nascita della società giallorossa. Quel 22 luglio 1927, in via degli Uffici del Vicario 35 (ex casa del Roman e adesso sede della Roma), potrebbe essersi svolta la prima assemblea sociale con la distribuzione delle cariche della neonata Associazione Sportiva Roma. Più probabilmente, come risulta da alcune fonti documentali esaminate soprattutto dallo studioso Massimo Izzi, è possibile che quel giorno in realtà non si svolga alcuna assemblea, ma semplicemente il presidente Italo Foschi dia al segretario Sebastiano Bartoli il compito di battere a macchina su un foglio l’organigramma dell’A.S. Roma e di spedirlo agli interessati (venticinque dirigenti, con incarichi diversi in tre commissioni). Un indizio importante è il fatto che l’ordine del giorno sia firmato soltanto da Bartoli e non da Foschi, che probabilmente non è neanche in sede.

22 luglio 1927, una data importante per la Roma

Il ritrovamento di quel documento, diffuso sin dagli anni Cinquanta con l’intestazione “ordine del giorno n. 1”, ha dato adito al malinteso sulla fondazione della Roma, che per decenni la stessa società giallorossa ha festeggiato il 22 luglio, ignorando il 7 giugno. Il 22 luglio 1927 resta comunque una data fondamentale nella storia del club giallorosso, che di fatto ufficializza il primo organigramma societario e rende operative le cariche.

Roma 22 luglio 1927

L’ordine del giorno numero 1 del 22 luglio 1927

Giallorossi pronti per sfidare l’Attila

La Roma, allenata dalla coppia formata da Jozsef King e Pietro Piselli, si prepara a sfidare gli ungheresi dell’Attila FC, in due amichevoli che andranno in scena sabato 23 al Campo Due Pini (di fronte le squadre B) e domenica 24 al Motovelodromo Appio (tra le prime squadre). Nonostante l’estate inoltrata l’inizio di entrambi i match è fissato per le 17.30, dal momento che all’epoca quasi nessuno stadio italiano ha a disposizione un impianto d’illuminazione per le gare serali.

Roma Attila 1927

Il Messaggero del 23 luglio 1927 presenta la sfida Roma-Attila

La Roma saluta gli ungheresi Boros ed Heger

Per il match tra le formazioni titolari di domenica 24 luglio il quotidiano “Il Messaggero” sottolinea, alla luce degli ultimi divieti della Federcalcio, l’annunciata assenza di calciatori stranieri nelle file romaniste: «Siamo lieti di poter assicurare quanti si interessano dell’attività e della serietà della Associazione Sportiva Roma, che la squadra A non allineerà più, come avvenne domenica scorsa, elementi stranieri (contro l’Ute Budapest erano stati schierati gli ungheresi Boros ed Heger, n.d.r.). Ne risulterà quindi un assieme più organico, un attacco più risoluto ed efficiente, un team ben saldo in tutte le linee».

I risultati in Europa dell’Attila

Il quotidiano “L’Impero” segnala i risultati migliori, per la verità da verificare storicamente, delle ultime partite dell’Attila in giro per l’Europa: 2-0 contro il Real Stear Madrid, 2-1 contro il Real Stear di San Sebastian e 3-2 al Wiener Amateur. A questi successi “Il Messaggero” aggiunge anche un 3-2 allo Sporting Lisbona e un 2-1 all’Hertha Vienna.

Nella prima foto in alto: Italo Foschi, presidente dell’A.S. Roma (foto Asroma.com)

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.