IL NOSTRO 1927. Fortitudo sconfitta sotto la pioggia, delude Ferraris

Fortitudo Ferraris

DOMENICA 16 GENNAIO 1927: Il maltempo imperversa in gran parte del nostro Paese condizionando il campionato di calcio. Roma è colpita da un violento temporale durante la notte e la mattinata tanto che il match di Prima Divisione tra Roman e Ideale viene sospeso sul risultato di 1-1: sarà recuperato dopo una settimana. Si disputa per intero invece la gara tra Fortitudo e Sampierdarenese, anche se il terreno di gioco dello Stadio Nazionale è difficilmente praticabile, ricoperto da acqua e fango. La pioggia si ferma soltanto verso le 14.30, un quarto d’ora prima del via della partita. L’inizio di gara è favorevole alla Fortitudo, che si fa pericolosa con Bianchi, Sbrana e Puerari, ma il portiere rossonero Bonadeo è insuperabile. Poi, a metà del primo tempo, è Vettori a essere impegnato da una conclusione ospite di Moretti.

Fortitudo ko nel pantano con la Samp

Già allo scoccare dell’intervallo i 22 giocatori in campo sono sfiniti e completamente infangati. Dopo il riposo la Sampierdarenese riparte forte schiacciando la Fortitudo: in apertura di ripresa, passati neanche due minuti, il difensore romano De Micheli respinge il pallone dalla propria area, ma irrompe Antonio Moretti che infila in rete calciando al volo. I padroni i casa, già esausti, non riescono a produrre una reazione degna di questo nome e pasticciano tanto. Il pubblico di casa incita i propri beniamini urlando dagli spalti, ma l’unico guizzo è di Puerari, che colpisce la traversa. La vittoria va ai rossoneri di Genova, mentre la Fortitudo sprofonda verso la retrocessione.

Attilio Ferraris

FERRARIS IV E CORBJONS DELUDENTI
«La squadra romana si è perduta nel pantano – scrive il quotidiano “L’Impero” – salvo Sansoni III e Puerari tutti gli altri Fortitudiniani sono stati patetici, a cominciar da Ferraris e da Corbjons». Quest’ultimo, nella ripresa, passeggia per il campo forse per un problema fisico e, a un certo punto, esce addirittura per una decina di minuti prima di rientrare.
Nella Samp spiccano le prestazioni dell’ungherese Wereb, che intercetta tutti i palloni pericolosi che passano dalle sue parti, di capitan Ercole Carzino, Mura e Cambiaso. Particolarmente attento il portiere Bonadeo, prodigioso e impavido in occasione di un’uscita sui piedi di Sbrana, lanciato a rete nel primo tempo.

IL MALTEMPO FERMA UN’ALBA SPUMEGGIANTE A VERCELLI
Fermato dalla pioggia, sull’1-1, anche il match tra Pro Vercelli e Alba. Il campo, sin dall’inizio, è allagato come una risaia (è proprio il caso di dirlo, viste le zone dove si gioca…), ma l’arbitro Casetta di Milano fa cominciare ugualmente il match alle ore 15. I romani sorprendono i sette volte campioni d’Italia per coraggio e bel gioco e già all’11’ trovano il gol con l’argentino Chini (nella foto grande il futuro asso della Roma), abile e fortunato nel sorprendere il colpevole portiere Cavanna con un calcio di punizione arcuato dal limite dell’area di rigore. Nella ripresa, ancora all’11’, il bianco Ceria calcia verso l’area albina un pallone velenoso che Mattei colpisce male di testa infilandolo nella propria porta. La Pro Vercelli si scatena con una serie di azioni offensive prima che l’arbitro interrompa l’incontro al 14’, per le peggiorate condizioni del terreno di gioco. Tra i romani buona prova del portiere Ballante, di Mattei, Heger, Ziroli e Fasanelli. Pesano le assenze di Degni, Iacoponi e capitan Rovida.

FORTITUDO-SAMPIERDARENESE 0-1
Rete: 46’ Moretti.
Fortitudo: Vittori; De Micheli, Corbjons; Sansoni III, Ferraris IV, Ghisi II;  Puerari, Bianchi, Cappa, Sbrana, Canestrelli. All. King.
Sampierdarenese: Bonadeo; Wereb, Brunetti; Bergamino II, Carzino, Cambiaso; Tabacco, Mura, Moretti, Del Ponte, Raggio.
Arbitro: Sganzetta di Torino.

PRO VERCELLI-ALBA 1-1 (sospesa al 59’)
Reti: 11’ Chini (F), 56’ autorete Mattei (F)
Pro Vercelli: Cavanna; Zanello, Borello; Degara, Ardissone, Pensotti; Ceria, Bajardi I, Villa, Gardini, Piccaluga. All. Soutschek.
Alba: Ballante; Mattei, Bianchi; Giannelli, Heger, Delle Fratte; Ziroli, Fasanelli, Caimi, Berti, Chini. All. Piselli.
Arbitro: Casetta di Milano.

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.