IL NOSTRO 1927. Ferraris va in nazionale mentre Roma è allagata

Ferraris IV nazionale

LUNEDÌ 17 GENNAIO 1927: Continua il forte temporale su Roma, con danni e allagamenti in tutta la città che costringono a numerosi intervanti i Vigili del Fuoco. Si registrano anche svariati incidenti automobilistici. Dalla Federcalcio arrivano notizie definitive sui prossimi impegni della nazionale: salta definitivamente l’amichevole Italia-Ungheria, che gli appassionati calcio romani avrebbero voluto ospitare nella Capitale. Gli azzurri invece giocheranno a Milano, il 20 febbraio, contro la Cecoslovacchia.

Si definisce anche il cammino di preparazione verso Svizzera-Italia in programma a fine mese a Ginevra: giovedì 20 è prevista una partitella d’allenamento a Milano, stadio San Siro, tra i calciatori azzurri, divisi in nazionale A e nazionale B. Nuova partitella il 28, forse a Sesto Calende, con i convocati definitivi. In serata il commissario tecnico Augusto Rangone ufficializza la lista dei convocati l’allenamento del 20 gennaio. Nella squadra A c’è Attilio Ferraris (nella foto) della Fortitudo.

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.