IL NOSTRO 1927. Fortitudo, che impresa: battuto il fortissimo Torino

Novara Alba

DOMENICA 2 GENNAIO 1927: Impresa della Fortitudo che supera in rimonta il Torino battendolo 4-2. Al termine della gara i tifosi romani, inizialmente freddi nei confronti dei propri beniamini, invadono il campo dello Stadio Nazionale per portare in trionfo i calciatori di casa. Il match inizia con un quarto d’ora di ritardo, intorno alle 14.45. I granata partono a spron battuto facendo presagire l’ennesima vendemmia di gol: il portiere rossoblù Vittori compie tre importanti parate poi, al 22’, tarda nell’uscita favorendo il vantaggio ospite firmato dall’ala destra Serafino Carrera.

Il Toro raddoppia al 32’ su azione di calcio d’angolo: in mischia l’ala sinistra Francesco Franzoni appoggia in rete. Il pubblico romano è ammutolito e rassegnato di fronte alle giocate spettacolari del Torino. I granata però sono poco bilanciati e, a fronte di un attacco super, mostrano qualche scricchiolio in difesa. La Fortitudo ne approfitta e ritrova fiducia andando in gol subito dopo aver incassato il raddoppio: è il 33’ e Antonio Bianchi riapre la contesa firmando l’1-2 con un bellissimo tiro.

Fortitudo-Torino, la rimonta è completata

Al rientro dall’intervallo la Fortitudo si spinge all’attacco senza soluzione di continuità. L’arbitro Giorgi di Brescia sorvola su un paio di azioni dubbie (falli di mano) in area granata, ma i romani non si perdono d’animo e al 55’ acciuffano il pareggio ancora con Bianchi, che trafigge Savini nuovamente con un bolide. Il portiere del Torino deve superarsi due volte su conclusioni di Sbrana prima di capitolare ancora al 65’: è Fernando Canestrelli a batterlo con un pallonetto, dopo una fuga solitaria, completando così la rimonta della Fortitudo, ora in vantaggio 3-2. Pochi istanti più tardi il romano Puerari colpisce l’incrocio dei pali e al 70’ Sbrana rende trionfale il successo firmando il definitivo 4-2 con un tiro imprendibile.

FERRARIS IV È IL MIGLIORE IN CAMPO
Il match, valido per il girone B della Divisione Nazionale, si conclude con un po’ di nervosismo: all’81’ l’arbitro Giorgi espelle De Micheli e Franzoni per reciproche scorrettezze. Il non ancora 23enne Attilio Ferraris, manco a dirlo, è il migliore in campo, capace da solo di annullare il terribile terzetto offensivo granata formato da Baloncieri, Libonatti e Rossetti. Nel Toro spicca su tutti Janni, leader del centrocampo, mentre la difesa pecca per qualche errore di troppo.

Fortitudo Torino 1927

Articolo su Fortitudo-Torino su L’Impero del 4-1-1927

ALBA BATTUTA 4-0 DAL BRESCIA DI BELLAMY
Nel girone A della Divisione Nazionale c’è da registrare la sonora sconfitta dell’Alba Audace (nella foto principale del pezzo, da www.museodellaroma.it) sul campo del Brescia, che si impone 4-0. La formazione romana, in seguito a questa batosta, viene raggiunta proprio dalle Rondinelle al settimo posto in classifica (su dieci squadre) a quota 10 punti in 12 giornate. Il match è deciso dai gol di Giuliani e Berardo Frisoni nel primo tempo e da una doppietta nella ripresa di Eridio Bonardi, mezzala famosa per le sue finte. Da segnalare, come allenatore del Brescia, l’inglese Jim Bellamy, ex calciatore di buon livello in Gran Bretagna e futuro allenatore del Barcellona, in occasione del primo titolo nella Liga spagnola, nel 1929.

ROMAN KO, RECRIMINAZIONI E SCONTRI SUGLI SPALTI
Perde anche il Roman, che partecipa al girone D della Prima Divisione, equivalente all’attuale Serie B. La squadra progenitrice della Roma viene sconfitta 2-0 in casa dalla Casertana: decide il match una doppietta di Costa, che va in gol al 35’ e all’89’. I capitolini, che indossano la maglia giallorossa, se la prendono con la sfortuna (conducono le danze per gran parte dell’incontro e colpiscono tre pali) e con il gioco duro dei campani. Da segnalare anche qualche scontro tra tifosi avversari sugli spalti del campo Due Pini. Il quotidiano “L’Impero”, nella sua pagina sportiva, elogia la prestazione del terzino Liberi, dei centrocampisti Isnaldi e Carpi II e del portiere Bollini nel Roman e del match winner Costa e Zoccola nella Casertana.

FORTITUDO-TORINO 4-2
Reti: 22’ Carrera (T), 32’ Franzoni (T), 33’ e 55’ Bianchi (F), 65’ Canestrelli (F), 70’ Sbrana (F).
Fortitudo: Vittori, De Micheli, Corbjons, Ghisi II, Ferraris IV, Sansoni III, Puerari, Bianchi I, Cappa, Sbrana I, Canestrelli. All. King.
Torino: Savini, Balacics, Martin II, Staccione I, Janni, Sperone, Carrera, Baloncieri, Libonatti, Rossetti II, Franzoni. All. Schoffer.
Arbitro: Giorgi di Brescia.
Note: Espulsi all’81’ De Micheli (F) e Franzoni (T).

BRESCIA-ALBA AUDACE 4-0
Reti: 34’ Giuliani, 40’ Frisoni I, 65’ e 78’ Bonardi.
Brescia: Trivellini; Vailati, Pasolini; Frisoni II, Bellardi, Bersani; Bissolotti, Bonardi, Frisoni I, Giuliani, Rizzi. All. Bellamy.
Alba Audace: Ballante; Mattei, Lorenzetti; Rovida, Degni, Heger; Chini, Jacoponi, Galluzzi, Bianchi, Ziroli. All. Piselli.
Arbitro: Montessoro di Milano.

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.